Tribunale di Milano – Sentenza del 18 ottobre 2017 (Pres. E. Riva Crugnola)

È legittima e non nulla l’opzione put a prezzo fisso se quest’ultima non tiene indenne chi ne è titolare

dalle perdite della società target che possono verificarsi nell’intervallo temporale intercorrente tra la

data di acquisto della partecipazione societaria e quella di esercizio dell’opzione.

Nel caso di specie un socio azionava in giudizio l’accordo di investimento e patto parasociale (stipulato

nel 2011) nei confronti di altro soggetto, facendo valere nei confronti di questo ultimo il proprio diritto

a esercitare l’opzione put nel periodo temporale intercorrente tra il marzo 2014 e il giugno 2014.

Il convenuto eccepiva la nullità dell’accordo per violazione dell’art. 2265 c.c. (i.e. violazione del patto

leonino secondo cui “è nullo il patto con il quale uno o più soci sono esclusi da ogni partecipazione agli

utili o alle perdite”). Il Tribunale ha rigettato la domanda della convenuta rilevando che non trovava

applicazione il consolidato orientamento giurisprudenziale, secondo cui il divieto posto dall’art. 2265

c.c. presuppone che vi sia una esclusione “assoluta” (i.e. totale esenzione dalle perdite, si tratta di un

criterio quantitativo) e “costante” (i.e. criterio di durata) del socio dalla partecipazione al rischio di

impresa e dagli utili sociali (cfr. Cass., 29 ottobre 1994, n. 8927).

Nello specifico, il Tribunale Meneghino ha riscontrato come, nella specie, difettasse il requisito di

esclusione dalle perdite e dagli utili del socio uscente. Invero, il patto portato in esecuzione dall’esercizio

dell’opzione non era idoneo a tenere indenne, in termini assoluti, il titolare dell’opzione put dalle

perdite che si sarebbero potute verificare nel periodo intercorrente tra la data di sottoscrizione dell’opzione

e quella del suo esercizio. Qualora, infatti, nel citato intervallo temporale si fosse determinata la

perdita del capitale sociale e la necessità di una sua ricostituzione, il socio venditore avrebbe dovuto

prenderne parte, pena il veder svanita l’intera partecipazione e, con essa, l’opzione put che proprio

aveva ad oggetto la partecipazione.